16 ottobre 2006

La classe operaia va in paradiso

Vi propongo due pezzi della mia “infanzia musicale”, dei leggendari Karman, più o meno 6, forse 7 anni fa. E' un live registrato ad una specie di festival a Forlì. Le canzoni ovviamente sono nostre, dei Karman. Si chiamano “Il tuo dolce lago” e “ Una delle poche canzoni.” Se le riproponessimo oggi con l'esperienza e i miglioramenti che abbiamo fatto sarebbero delle Hit, forse... Il testo della prima è piuttosto banale, esprime l'essenziale, gli sprazzi di sincerità e purezza in una persona che si preoccupa essenzialmente di apparire, non accorgendosi che qualcun altro per questo soffre. La seconda canzone ha due strofe più curate stilisticamente, il significato è inciso nel verso del ritornello “il tramonto implica un'alba.” E' così che penso alla vita dell'anima, non tanto di questo nostro corpo, forse anche idiota, destinato comunque a una qualche fossa più o meno signorile e decorata.

Al link seguente (da metà pagina in poi) potete scaricare i brani (in cima alla lista) clikkando a destra di ogni file su Download Now: http://hosted.filefront.com/nicoguzzi/

1 commento:

axel ha detto...

io quel bootleg, ce l'ho da parecchio ...