02 agosto 2006

I nonni di paese

Devo trovare un argomento di cui parlare, sono a corto di idee, no, no, le idee non mancano e la voglia di renderle con le parole che scarseggia, ma basta accarezzare questi tasti ed improvvisamente gli adesivi con le lettere sembrano illuminarsi, dopotutto il blog non ha a che fare anche con il flusso di coscienza? I tasti che si illuminano sono semplicemente tracce che la mia mente segue come un bambino che alla curiosità non si arrende neanche quando è sfinito (E' il tuo compleanno, apri il regalo! E' tuo – avete ma visto qualche bambino rifiutarsi di aprire, neppure il più imbronciato). Probabilmente è così che dovrebbe essere affrontata la vita, ma a volte si cresce troppo e ci si dimentica le regole di base dell'esistenza. Ecco ora cosa si è infiltrato tra i miei pensieri.
Il paese dove vivo ha avuto due nonni, in realtà uno dovrebbe esserci ancora; comunque sono quelli che agli occhi distratti della maggioranza dei ragazzini e dei loro genitori vengono battezzati ormai con un piede, anzi il cervello nella fossa, simpatici sì, ma soprattutto ridicoli e folli. Uno è andato al creatore da un po' di tempo, l'altro dovrebbe essere ancora in vita ma non gira più ininterrottamente dall'alba alla notte come in passato, sembra sia stato rinchiuso all'ospizio, scusate il termine rinchiuso; quello che so è che molti di quelli che ci entrano appena arrivano sono arzilli e vivaci, dopo qualche tempo li trovi rilassati e più invecchiati, per qualche tempo intendo anche solo una settimana. I casi sono due, uno o si divertono così tanto che il tempo passa più velocemente, ma come mi insegna Einstein l'osservatore (che potrei essere io, o uno di voi) che è interno al sistema dovrebbe anch'esso invecchiare altrettanto, ma ciò non succede quindi questa ipotesi è scartata, due o si fanno dei grandi cannoni dalla mattina alla sera, così si spiegherebbe il rilassamento ma non l'invecchiamento. (Ha dormito bene oggi Osvaldo? Ha ancora sonno? Ha dormito ben 11 ore! Prenda questo caffè, è leggero, non si preoccupi, poi i nostri caffè a molti fanno l'effetto contrario - con quello che ci dicono di metter dentro del resto).
A parte tutto, come chiuderebbe Celentano, beh...a parte tutto...no? A parte tutto! E' logico no? A parte tutto!

2 commenti:

Gabriele - Gamma83 ha detto...

Bello, valeva la pena di trovare questo argomento, piuttosto che altri. Hai dato a tutti noi un bello spunto. Buona estate.

Daemos ha detto...

Nuova regola per il tuo blog, puoi postare solo dall'1:00 alle 5:00 del mattino, in questo lasso di tempo il tuo cervello che vorrebbe andarsene a letto dà il meglio di se.