04 gennaio 2006

Il coupé in Europa

Mi stavo chiedendo come sia possibile che una macchina come la Scion Tc, coupé venduta negli Usa, abbia un prezzo di partenza di 16.740 dollari pari a 13.862 euro, certo magari aggiungendo tutti gli accessori il prezzo può crescere notevolmente ma in Europa a quel prezzo non ci sarebbero concorrenti.
Stesso smarrimento di fronte agli ultimi modelli Mustang della Ford il cui listino farebbe impallidire Bmw e Mercedes e gli stessi consumatori europei, salvo poi trovare qualche venditore in Italia che ha avuto il coraggio di importarla che vuole piazzarla a prezzi che sono solitamente sui 10.000 euro in più rispetto ai prezzi originali.

Non riesco ad accettare il fatto che a noi tocchi comprare macchine più sportive o comunque che si distinguano dalla maggioranza a prezzi altissimi senza che ci siano alternative nelle fasce di prezzo più accessibili, automobili sportive da noi sono diventate status symbol per un numero di persone sempre più ristretto, anche a causa degli alti costi di mantenimento (visto le grosse cilindrate e i tanti cavalli, anche se per noi un 2.0, nell'immaginario collettivo, inizia ad essere una grossa cilindrata quando negli Usa sono identificati come motorizzazioni meno spinte, poi abbiamo prezzi della benzina da aristocratici, altrettanto i costi di bollo e assicurazione), da noi si punta ormai da tempo alla riduzione delle emissioni e dei consumi e se pur ciò rappresenta un impegno da valorizzare ed elogiare credo che i benefici di questi miglioramenti motoristici siano trascurabili, il futuro non sta nei fantastici diesel che tutte le case ormai ci propugnano ma nei carburanti alternativi.

Macchine paragonabili alla Scion Tc come fetta di mercato a cui si rivolgono sono l'Audi TT che nella versione meno cara e potente, cioè il 1.800 con 163 cavalli parte da 31.251 euro, l'Alfa Romeo GT che parte da 27.844 euro, la c200 a circa 28,000, sempre versioni di partenza, della Mercedes, per altro modello che ha poco a che fare con le linee magnifiche delle Mercedes di fascia più alta, la Peugeot 407 coupé a un costo minore, la Bmw con modelli a partire da 30,000, trattandosi sempre di quelli più economici e le cui linee hanno poco a che fare con la bellezza stilistica delle sorelle di fascia alta. Dimenticavo la Citroen c4! Che parte da 15,000 euro, l'unico appunto che devo fare è al pazzo che ha osato definirla coupé!

Le uniche auto relativamente sportive che c'erano rimaste a prezzi più abbordabili erano la mitica Toyota Celica a 25,000 euro, non più prodotta ed importata in Europa e la Hyundai Coupé che molto probabilmente a partire dai nuovi modelli potrebbe anch'essa abbandonare le nostre concessionarie. Qualcuno dirà che è la legge del mercato, dell'offerta e della domanda, eppure io sono convinto che i prezzi dell'auto in Europa siano troppo alti per un mercato che dovrebbe definirsi concorrenziale.

2 commenti:

Jo ha detto...

Loro sono americani, noi siamo europei, SOLO europei, non possiamo competere. Da un'economista convinta.

Nico Guzzi ha detto...

non è che non possiamo competere, semplicemente non abbiamo una grande tradizione in fatto di concorrenza e siamo ancora indietro, comunque per quanto riguarda le case automobilistiche penso che ci sia un vero e proprio cartello con regole, magari non scritte, ma che ognuno rispetta per mantenere il mercato e i prezzi su certi livelli evitando di rubarsi troppi clienti a vicenda