28 febbraio 2006

Le parole ad Esmeralda. Haireomai.

Parti precedenti http://nicoguzzi.blogspot.com/2006/02/laltalena-di-noa-haireomai.html

Scese le scale nel suo lungo vestito
bianco perlato di pelle e accompagnata
dalla solita leggerezza d'innocenza
Scrutava con abbagliato stupore
il fratello da anni dimenticato
I suoi occhi cercavano appigli
quello che vedevano non era fantasia
e subito il fiato fu stretto dalla frenesia
Un soffio di vento le sfilò
dal volto la prima lacrima
In quell'istante corse in un abbraccio
caldo, dolce d'affetto appassionato
Stava toccando e tenendo qualcosa
che credeva di aver perso per sempre

“Il tempo è a pezzi
strapazzato con orgoglio
dalla coscienza
di una geniale immortalità
mentre laggiù nei pozzi
respiri uniti nel cordoglio
a Maestà Ignoranza
si stipano nell'ansietà
L'immobilità non disidrata
come alcuna sete placa
Non posso più arrestarmi
Sorella mia in tempi di pace
non sarei mai fuggito da te
ma anche per il tuo quieto vivere
non ho scelta morale, devo andare
Forse questa sarà l'ultima volta
che vedrai la mia anima, questo corpo
presto rappreso tra i meandri della guerra
silenziosa che strisciando tortura la terra
Forse tornerò, proprio com'è avvenuto oggi
per poi non sparire più, nulla è già scritto
Dunque cara Esmeralda scendi a valle
debella la tua intossicazione
da ingenuo perbenismo
Anche io inseguo l'Amore
ma intanto l'odio agita il mondo
Non smetto di pregare Dio
non smettono di cacciarmi in nome suo
Triste così accettarlo e non sfidarlo
nessuno nasce per essere piegato
al destino che la società gli ha decretato
Non ho intenzione di perdere
e non voglio neanche vincere,
aspiro solo ad essere
la negazione del non essere
questo è il problema Shakespeare
serba nel profondo queste mie parole”

Ed ella rimase lì in tacito consenso
seduta sulle scale in marmo
senza parole in blocco emozionale
con il sapore salato del pianto
che bagnava sotto il palato
Il bacio sulla fronte le fece
avvertire un brivido freddo
Sarebbe stato l'ultimo contatto
con quell'unico vero fratello
che alla libertà era incatenato?
Chissà

Dopo Noa anche Esmeralda
si era annebbiata alle spalle
e al loro ormai lontano orizzonte rombava
il motore della 7 EVOL&TAH 999

4 commenti:

Daemos ha detto...

Nico ce l'ho io un'idea su cosa puoi scrivere: testi per canzoni

Nico Guzzi ha detto...

7 EVOL&TAH 999 criptico vero? Vai senza problema Daemos per le canzoni

Daemos ha detto...

?

Daemos ha detto...

Vai tranquillo so di poter andar tranquillo Nico! ;-)