26 aprile 2006

L'energia dimenticata

Bastava un solo punto per bocciare senza appello e senza indugi l'ultimo governo Berlusconi: le mancate discussioni, riflessioni e gli eventuali e conseguenti provvedimenti riguardanti tutto il settore energetico in Italia. Qualsiasi governo che non si ponga questa problematica e non cerchi delle soluzioni non dovrebbe governare l'Italia visto la quasi totale dipendenza verso gli altri stati per quanto riguarda l'energia, il petrolio, senza dimenticare di riflesso i costi che gravano su ogni famiglia e impresa. Nel frattempo la benzina risplende sempre più come oro abbagliante.

5 commenti:

Stefy ha detto...

proponiamo come soluzione l'anarchia? seeee... così va tutto a scatafascio più di quanto non lo sia già! Laurea in scienze della comunicazione!

Damos ha detto...

....e io pago!...

Nico Guzzi ha detto...

E non solo tu paghi!

Stefy ha detto...

Hai colto veramente inpieno il punto. Grazie delle tue parole! Stefy Rasta

Cece ha detto...

buon vecchio nico.... ne sai sempre una più del diavolo!
ti leggo sempre...!