10 maggio 2007

Disgrazie informatiche

Raramente tratto delle mie vicissitudini private ma visto che questa volta influiscono sulla frequenza di aggiornamento del Blog vi racconto una storiella.
Sono le otto di mattina, gli uccelli cinguettano allegramente, il sole già caldo illumina brillante la mia casa, il giardino, i cani abbaiano, i cavalli nitriscono, i maiali grugniscono; io mi sveglio e come ogni mattina accendo il Pc e intanto che carica vado a fare colazione, potrei fare in tempo anche a pranzare visto la velocità del mio computer (Un consiglio per gli aquirenti di nuovi pc o notebook, non scendete mai sotto i 1024 mb di Ram, considerando poi che Windows Vista richiede come requisito minimo proprio quella quantità di memoria ad accesso casuale).
La colazione di caffèlatte e pan di stelle addolcisce la mia mattinata, nulla lascia presagire sventure; guardo il programma Omnibus su La7 una decina di minuti e verso le otto e mezza torno in camera mia per andare a leggere qualche notizia su Internet.
Entro in stanza, la luce gialla dell'alimetazione è accesa ma lo schermo è spento, qualcosa non va, l'aria si fa pesante, l'ansia cresce, tutto è fermo, sento un forte odore di bruciato, cosa si è bruciato? Porca vacca! Stacco la corrente, provo a riaccendere, nessun segno. L'alimentatore! Forse è l'alimentatore, l'alimentatore ci ha abbandonato!
Ora non mi rimane che risolvere il problema, la speranza è che non sia successo nulla all'hard-disk.

5 commenti:

ABS ha detto...

E' la prima volta che sento raccontare un fatto simile in questo modo. :D Comunque meglio l'alimentatore che altro... ;)

Sir Fantuz ha detto...

1 gb di ram per vista... con ubuntu non si avrebbero di questi problemi :)

Nico Guzzi ha detto...

Grazie ad Alle ho risolto, anzi ha risolto, grandissimo!

lISA+++ ha detto...

...il solito...

Nico Guzzi ha detto...

...la solita...