23 marzo 2010

Google dalla Cina ad Hong Kong con il volo 302

Google ha fatto una scelta importante, quella di uscire dal mercato cinese. Ma momentaneamente o per sempre?
In Cina le quote di mercato di Google sono minoritarie rispetto al colosso Baidu; certo, però le stime parlano di un 25%-30% totali, tutt'altro che irrisorie su una popolazione di quasi 1,400,000,000 di persone, un numero difficile anche da leggere.

Per ora la scelta di Google è stata quella di redirigere tutto il traffico da Google.com.cn (e google.cn) a google.com.hk, cioè alla versione presentata nel territorio di Hong Kong.
Si tratta di una soluzione intermedia. A tal proposito vi faccio notare una curiosità visibile nello screenshot seguente:


Google, redirezione dalla Cina a Hong Kong

La redirezione che effettua Google dal dominio google.com.cn a quello .hk è 302, cioè una redirezione temporanea, vorrà dire qualcosa? Una possibile riapertura o una soluzione intermedia prima della chiusura definitiva che tutti ormai attendono?

Credo sia difficile pensare ad un Google completamente fuori dallo stato cinese, con o senza presenza fisica, soprattutto se la stessa Microsoft con Bing (5% del mercato cinese) non trae le stesse conseguenze. Il mercato è mercato e nonostante Google sventoli sempre i propri buoni propositi è altrettanto vero che ci sono assetti economici da mantenere e consolidare.

Comunque vada è importante che qualcuno faccia pressione sul governo cinese, la Cina è pur sempre una ditattura e purtroppo sono in pochi che hanno il coraggio e le spalle così larghe da potersi permettere di minacciare ed eventualmente troncare i rapporti con le autorità cinesi.

1 commento:

fabrizio ha detto...

abituati ai grandi numeri